CONTI DORMIENTI DA NOVEMBRE 2018 CADONO IN PRESCRIZIONE, COME CHIEDERE IL RIMBORSO

I conti dormienti sono depositi di denaro, conti correnti, libretti di risparmio, ma anche azioni e obbligazioni, certificati di deposito o fondi dell'investimento e assegni circolari non riscossi, contenenti somme non inferiori a 100 euro, mai movimentate per 10 anni che vengono trasferiti a un Fondo, dopo altri 10 anni, se non vengono richiesti non sono più rimborsabili e da novembre 2018 cadranno in prescrizione.

È il Tesoro a ricordare che da novembre 2018 "inizieranno a scadere i termini per l'esigibilità delle somme relative ai primi 'conti dormienti' affluiti al Fondo Rapporto Dormienti nel novembre 2008".

Si tratta di somme che nella maggior parte dei casi appartengono a persone defunte delle quali gli eredi non sono a conoscenza di tali risparmi depositati. La legge dispone che le banche non abbiano l'obbligo di avvertire le famiglie della presenza di questi conti.

Il Mef ricorda: "Il termine di prescrizione si applica trascorsi 10 anni da quando le somme, precedentemente non movimentate per altri 10 anni, sono state trasferite al Fondo, fatta eccezione per gli assegni circolari che hanno termini diversi di prescrizione. Si tratta in pratica di somme mai movimentate per 20 anni, per le quali il Ministero dell'Economia e delle Finanze ritiene comunque opportuno invitare ad effettuare una verifica puntuale sull'esistenza di 'conti dormienti' intestati a proprio nome o a nome di familiari di cui possano risultare eredi, al fine di inoltrare, nel caso, domanda di rimborso in tempo utile".

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze - presso il quale è stato istituito il Fondo ha affidato a Consap la gestione delle domande di rimborso agli aventi diritto delle somme relative ai Conti Correnti Dormienti.

L'istanza di rimborso può essere richiesta direttamente dalla persona interessata ed il Consap precisa e segnala che agenzie e/o terzi che contattano gli interessati alla restituzione di importi affluiti al Fondo Rapporti Dormienti non sono stati incaricati né dal Ministero dell'Economia e delle Finanze né da Consap.

Gli uffici dedicati all’attività di rimborso dei cosiddetti Rapporti dormienti non ricevono il pubblico, tutte le informazioni potranno essere richieste al numero 06.85796866 attivo il lunedì mercoledì e venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00.

Per compilare e inviare la domanda è possibile accedere al Portale Unico; la procedura consente la trasmissione telematica immediata della richiesta. In alternativa è possibile inviare la richiesta a Consap tramite raccomandata A/R; per consultare tutta la modalità di invio pratica e scaricare i moduli necessari per la richiesta, visita il sito del Consap al seguente link.