LATTE E FORMAGGI, DA DOMANI OBBLIGO DI PROVENIENZA SULL' ETICHETTA

Finalmente da domani, 19/04/2017, sarà inserito in etichetta di tutti i prodotti lattiero-caseari l'origine della materia prima: sapremo in quale Paese è stato munto il latte che acquistiamo e in quale Paese è stato trasformato. Avremo così in etichetta le seguenti diciture facilmente leggibili: Paese di mungitura; Paese di condizionamento o trasformazione. 
Se il latte è stato munto è trasformato nello stesso Paese, l'indicazione in etichetta può contenere una sola dicitura ad esempio "Origine del latte: Italia". Nel caso in cui il latte è munto e lavorato in diversi Paesi della Comunità Europea la dicitura che troveremo sarà " Latte di Paesi UE" e " Latte condizionato o trasformato in Paesi UE". Se il latte proviene da Paesi fuori dalle Comunità Europea troveremo scritto sulla confezione "Paesi non UE".

L'obbligo dell'indicazione in etichetta arriva a tre mesi dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto firmato dai ministri delle politiche Agricole Maurizio Martina e dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, in attuazione del regolamento Ue n. 1169/2011

È un altro traguardo per la tutela dei consumatori e degli allevatori dal falso Made in Italy in una situazione in cui secondo una analisi della Coldiretti 3 buste di latte a lunga conservazione su 4 contengono prodotto straniero, ma fino ad ora era impossibile riconoscerle.