CONTRATTO NON RICHIESTO

Sempre più le segnalazioni agli sportelli della Federconsumatori da parte degli utenti per l'attivazione di contratti non richiesti con gestori dell'energia e del gas. La nostra Associazione continua a battersi per difendere i consumatori ignari, inizialmente, della pratica commerciale scorretta di cui è vittima.

Oltre alla richiesta di ripristino dell'utenza con il vecchio venditore senza costi di applicazione,richiediamo ogni volta l'annullamento totale delle fatture emesse dal gestore non richiesto o almeno uno storno del 50%, come forma di indennizzo per la truffa subita.

Le riteniamo una vera e propria truffa ai danni dei cittadini, in quanto nel 99% dei casi, al nostro primo reclamo al gestore, ci vediamo rispondere che è stato l'utente stesso a sottoscrivere il contratto, ma quando ci viene inviata copia del contratto, come da noi richiesto, notiamo con "stupore" che è stata falsificata la firma.

Ad esempio uno degli ultimi casi riguarda un contratto non richiesto effettuato da Enegan luce e gas. 

L'Associato si è rivolto presso la nostra Associazione dopo aver ricevuto alcune fatture "anomale". Vecchio cliente Enel infatti, aveva trovato assurdo ricevere fatture di altro gestore. 

Utilizzando i nostri canali di comunicazione con il fornitore e con le autorità competenti abbiamo denunciato l'accaduto e ripristinato il vecchio contratto Enel, dopodichè abbiamo iniziato la battaglia per il pagamento delle fatture in questione. 

In questi casi, l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato prevede il ribasso dei costi delle fatture al minimo, ma noi abbiamo fatto di più. 

Abbiamo infatti ottenuto dalla società uno storno del 50% su tutto ciò che era stato fatturato nel periodo come risarcimento ai danni del nostro Associato. 

Quindi si è ritrovato a pagare soltanto la metà di quanto effettivamente consumato. 

Se anche a Voi sono accaduti casi simili o avete esigenza di qualche delucidazione in merito, potete rivolgerVi ai nostri contatti ripetibili sul sito.